Il pranzo e la cena tipo di un’atleta

Fare palestra è importante per mantenere una forma fisica ottimale, tonica e smagliante. Ovviamente per ottenere l’esito sperato ogni atleta deve seguire un’alimentazione completa, corretta ed equilibrata, in questo articolo vi mostreremo qual è il pranzo e la cena tipo di un’atleta.

Considerate che non esistono alimenti in grado di migliorare la prestazione fisica, ma attraverso un cibo sano è possibile ottenere il massimo del rendimento. Per ogni disciplina sportiva è necessario tenere presente le necessità qualitative e quantitative dei principali alimentari che si intende consumare. Inoltre i cibi devono essere altamente digeribili e possibilmente rientrare nei gusti personali.

Per di più è fondamentale raggiungere un regolare apporto calorico e bisogna assicurarsi che gli alimenti scelti contengano soprattutto sali minerali, glicidi, grassi, acqua e protidi.
Inoltre ricordate che la prima colazione è importante soprattutto per chi effettua gli esercizi fisici, quest’ultima deve essere ricca e abbondante di carboidrati tra cui biscotti, pane e fette biscottate uniti al latte o miele, caffè, burro, uovo alla coque, marmellata o yogurt.

Il pranzo e la cena per allenarsi al meglio

Il pranzo che bisogna consumare se si fa palestra deve essere leggero e di conseguenza non abbondante, per di più deve contenere in maniera particolare alimenti glicidi e proteici. Pertanto è consigliato consumare cibi come pasta o riso conditi con sughi non grassi, inoltre bisogna integrare nella propria alimentazione una porzione di verdura, carne o pesce a seconda dei propri gusti personali. Per completare il pranzo è importante consumare anche la frutta fresca di stagione.La colazione e il pranzo sono decisamente fondamentali, in quanto consentono all’atleta di acquisire tutta l’energia di cui ne avrà bisogno durante gli allenamenti.

Per quanto riguarda la cena invece, deve essere anch’essa leggera, è necessario consumare cibi proteici come formaggi, uova, carne, pesce o latte. Gli alimenti proteici hanno come obiettivo quello di ricostituire i tessuti danneggiati ed usurati dagli esercizi fisici svolti a casa o in palestra affrontati durante la giornata. Ovviamente bisogna anche integrare nella cena una piccola quantità di glicidi, frutta e verdura.

Migliorare l’assorbimento

In passato venivano utilizzate numerose strategie dietetiche che aiutavano a migliorare l’assorbimento degli alimenti, così da riuscire ad aumentare le scorte in vista alla gara o all’allenamento da eseguire.Per ottenere un risultato eccellente è possibile associare dei cibi: attraverso questa modalità alimentare è possibile ottenere un esito ottimale dal punto di vista fisico. L’associazione dei cibi prevede di evitare nel medesimo pasto specifiche associazioni come quella tra amidi con proteine di origine animale, tra alcune proteine, tra alimenti e bevande acide con amidi e proteine, tra cibi ricchi di zucchero con amidi e alimenti proteici, etc.

Questo in considerazione delle differenti richieste dal punto di vista digestivo ovvero degli enzimi di ogni alimento, per non interferire con la digeribilità dell’uno o dell’altro principio alimentare.

Si tratta di una teoria che non tutti i nutrizionisti approvano, ma attraverso la tecnica dell’associazione dei cibi gli atleti hanno la possibilità di digerire meglio e più in fretta gli alimenti consumati, ottenendo prestazioni migliori.

Se seguirete queste semplici regole alimentari riuscirete ad avere una forma fisica forte e snella.

Leave a Reply