Dieta delle tisane: come funziona, benefici e menù esempio

Perdere peso senza sforzi è il sogno di tutti. Certo per farlo bisogna seguire un’alimentazione adeguata al proprio intento ma anche al proprio fisico. Ci sono tanti tipi di diete che si possono seguire ma certamente non vanno bene per tutti. Chi ha come esigenza quella di accelerare il proprio metabolismo può puntare a seguire la dieta delle tisane. Si tratta di un piano alimentare da accompagnare all’attività fisica. Al centro della dieta, come si intuisce dal nome, c’è l’inserire nel menù l’abitudine di sorseggiare tisane specifiche. Ciò andrà fatto al momento di ogni pasto della giornata. Scopriamo tutto sulla dieta delle tisane: come funziona, benefici e menù esempio.

Come funziona la dieta delle tisane

La dieta delle tisane permette di perdere 2 kg in poco tempo. E’ indicata per accelerare il metabolismo e smaltire quel paio di kg accumulati magari dopo periodi di festa come i cenoni natalizi e di Capodanno. La dieta delle tisane prevede il bere tazze di infusi durante l’arco della giornata. Le bevande apporteranno benefici all’organismo come il migliorare e stimolare la diuresi all’espulsione di scorie nocive dal corpo. Le tisane aiuteranno a contrastare la ritenzione idrica e la cellulite, purificheranno l’organismo e dreneranno l’adipe in eccesso su pancia, cosce, fianchi e glutei. Se vogliamo perdere peso il nostro corpo deve essere perfettamente drenato e stimolato nel metabolismo. La dieta delle tisane aiuta ad avere un metabolismo più efficiente e più veloce. Oltre alle tisane è poi ideale  assorbire molti liquidi durante la giornata quindi bere almeno 8 bicchieri di acqua naturale ogni giorno. Non deve poi mancare una regolare attività fisica da associare alla dieta delle tisane. Vediamo ora un menù di esempio esplicativo di questo piano alimentare.

Menù esempio

La dieta delle tisane promette dunque l’accelerazione del metabolismo basale e la perdita di peso fino a 2 kg. Si rivela quindi ideale come dieta depurativa dopo particolari periodi di eccessi alimentari davanti cui è difficile tirarsi indietro, come ad esempio le riunioni con i propri cari durante le feste. Ma come è strutturata esattamente la dieta delle tisane. Il piano alimentare prevede solo quelle? Certamente no poiché una dieta deve sempre essere basata sulla corretta assunzione di più alimenti sani di entità differente e dall’apporto nutritivo variegato. Per capire meglio la portata della dieta delle tisane possiamo provare qui a fornirne un menù di esempio.

Per quanto riguarda la colazione si potrà iniziare la mattinata sorseggiando una tisana drenante alla betulla e accompagnarla a una tazza di rooibos. Successivamente si potrà bere un caffè amaro e mangiare uno yogurt magro con noci e mirtilli.

Per lo spuntino di metà mattinata si potranno mangiare un numero di 5 mandorle e un cucchiaio di lamponi. Non mancherà anche qui una tisana, questa volta con un’altra tisana, questa volta all’equiseto e alla menta piperita, erbe dalle specifiche proprietà drenanti e brucia grassi.

Per il pranzo si potrà consumare una vellutata di finocchio con carciofi, cavolfiori, cetrioli insieme a un’insalata di lattuga e sedano.

Per lo spuntino di metà pomeriggio sarà ideale una tisana al finocchio dall’effetto sgonfia pancia e diuretico.

La cena dovrà essere proteica. Bene un piatto di carne bianca con contorno di verdure o pesce con verdure condite con spezie aromatiche. La nostra tisana qui è prevista alla fine del pasto, anche per rilassarsi prima di dormire. Bene in questo caso un infuso alla passiflora, rilassante ma anche dalla grande capacità drenante.

Leave a Reply